La mia Storia

Avevo cominciato dopo la maturità classica a frequentare Giurisprudenza prima a Bari, poi a Teramo, poi ho lasciato perdere. Sono stato aviere, all’epoca si faceva il servizio militare obbligatorio, facendo il militare nella VAM (Vigilanza aereonautica militare) all’aeroporto di Amendola vicino Foggia e poi… poi ho cambiato genere mi sono iscritto a un corso professionale regionale per diventare programmatore studiando alcuni linguaggi che all’epoca si usavano molto: il Cobol e il BASIC.

Ho cominciato quindi con il lavorare in alcune aziende facendo il programmatore, devo dire che ero abbastanza bravo, poi nel 1995, quando avevo deciso di mettermi da solo vendendo computer e scrivendo software, da un mio fornitore, mi è stata fatta conoscere internet… Qualcosa di strabiliante, mi ricordo che per far restare di stucco chi per la prima volta vedeva un collegamento si andava sulle pagine del Louvre e si faceva apparire nel browser l’immagine della “Gioconda”.

Altri tempi… Subito dopo, dicembre 1995, sono stato l’ideatore e tra i fondatori di Asernet, azienda che ancora oggi è sul mercato e che si occupa di comunicazione, marketing e nuovi media.

Nel tempo però ho seguito la mia grande passione, ideare e mettere in campo progetti editoriali in particolar modo multimediali e on line. Capii subito, infatti, che internet non poteva essere che lo strumento, ma che il valore aggiunto dovevano essere i contenuti e la capacità di quello strumento di mettere in rete, in relazione, persone, professionisti, aziende, cittadini, istituzioni.

Gargano.it, la guida on line del Gargano, oggi sempre più community del Gargano, è stata la mia prima creatura immaginando che il turista cercasse come prima cosa dove andare, cosa visitare, dove dormire, dove mangiare, ideammo questa guida facendo poi aderire ad essa le strutture turistiche del Gargan o…

Poi ci preoccupammo di creare qualcosa di simile per tutta la provincia di Foggia e nacque così Capitanata.it che nel tempo è divenuto uno dei quotidiani on line più apprezzati della provincia con il progetto, nel 2011, di diventare oltre che organo di informazione un vero e proprio punto di incontro on line per chi fa business, opinione, intrattenimento. Un progetto quindi che si arricchisce con l’intendo di divenire un vero e proprio portale 2.0 di marketing territoriale. Nel 2003 Essendo convintissimo del fatto che un quotidiano on line locale sia un valore aggiunto per l’informazione e per un territorio ho pensato che questo valore aggiunto potesse diventare enorme se si fosse messo a fattor comune con altre realtà simili. Ho cercato qualcuno che avesse le mie stesse idee e con Luca Lorenzetti di Gomarche.it e Enrico Anghilante di San Remo News abbiamo pensato di fondare l’ANSO di cui sono stato Vice Presidente Nazionale fino a Marzo 2009.

Sono tanti i progetti a cui ho dato vita su mia intuizione e con l’appoggio tecnologico di Asernet. In particolare vorrei ricordare che Asernet fu la prima in Italia a fare streaming nel lontano 1997 trasmettendo in diretta la veglia di padre Pio da Pietrelcina da San Giovanni Rotondo. Ne parlo anche il New York Times. Fu la prima a trasmettere in diretta internet nel 1998 un’opera lirica, la Carmen, dal teatro Verdi di San Severo. Un evento che fu riportato da Repubblica.it come notizia di apertura nella homepage. Da qui nacque il portale Italialive.it dedicato ai video che gli utenti internet ci inviavano anche sottoforma di VHS e che noi poi digitalizzavamo mettendolo on line. Abbiamo messo on line per qualche anno oltre 500 cortometraggi della Cineteca Nazionale della Fedic di San Giovanni Valdarno. Un lavoro immane. Insomma una piccola Youtube molto prima di Youtube.  Da quel momento abbiamo fatto dirette da tutta Italia: Milano, Venezia, Vicenza, Roma, Capri, Firenze, Bologna, Bari, eccetera, eccetera.  E che dire di Segnalibro.it una web directory che raccolse in 3 4 anni di attività più di 30000 link e descrizioni di siti. Un vero e proprio piccolo motore di ricerca fatto in casa. Nel 2003 nasce Zeroventiquattro.it testata on line che si è sempre occupata di business e di territorio e di cui sono fiero di essere, ancora oggi, direttore e ideatore.

Di solito l’innovazione non mi sfugge e in essa cerco sempre di trovare delle concrete applicazioni. Partendo da una posizione di scetticismo ho affrontato dal 2009 il mondo del web 2.0 e del Social Networking rimanendone folgorato e, allo stesso tempo, convinto sostenitore.

Credo che, per chi fa business, non sia possibile fare a meno di essere nella comunità, nella società, non solo quella reale della propria città, provincia o regione, ma che si debba essere attori presenti e attivi anche nella comunità virtuale lavorando per creare sempre più relazioni puntando a fare in modo che queste relazioni diventino sempre più reali concrete e collaborative.

Credo fortemente quindi nel web 2.0, nel personal branding, nel social networking. Aiuto quindi le aziende e i territori ad essere parte di questa rete di relazioni, non tanto e non solo per passare il tempo, ma soprattutto per creare nuove opportunità di business e per dare valore alla propria attività sia essa legata al mondo degli affari, sia essa legata alla qualità delle relazioni cittadino / istituzioni.

Oggi mi pongo come consulente per aziende ed enti per dare valore al loro brand, per dare valore al loro business.

Grazie agli strumenti che utilizzo e cioè Zeroventiquattro.it, Linedin, Viadeo, H2biz, face book, il Blog personale, la partecipazione ad gruppi e community, l’essere parte di una squadra importante come il Gruppo Asernet, l’essere giornalista, l’aver avuto tantissime esperienze di comunicazione sia nella P.A. che nelle aziende, riesco a dare a chi si affida alla mia consulenza opportunità concrete di miglioramento a seconda di quella che sia la propria mission.