Comunicazione e marketing, Social Networking, Web 2.0, Webmarketing

Ecco il 2013, l’anno dei contenuti, l’anno della social media optimization e non solo

matitecolorateOrmai siamo praticamente nel 2013 e, forse, non si è ancora dipanato un dubbio per i molti che vogliono avvicinarsi all’utilizzo di internet in chiave social e web 2.0. Ma sono più importanti le tecnologie o i contenuti ? Il contenitore o ciò che contiene ? L’App del momento o una buona comunicazione ?

Diciamolo subito le piattaforme web e mobile di oggi favoriscono  molto la comunicazione, la relazione. La rendono più semplice, più immediata, più “condivisibile”.

Ma quante persone (aziende) comunicano oggi sulla rete o attraverso i dispositivi mobile ?

E quante speranze ha un mio messaggio di essere, visto, letto e condiviso ?

Se la mettiamo così possiamo dire che le persone che utilizzano la rete, a prescindere dal dispositivo che utilizzano, sono tantissime e che quindi il mio messaggio o “buca” la rete o si perde nell’oceano delle parole del web.

Assodato che anche le aziende ormai guardano con qualcosa di più del semplice interesse la rete  e i social network come strumento per comunicare con il mondo è altrettanto assodato che c’è bisogno, in questo 2013 che comincia, di un salto di qualità, c’è bisongo di contenuti in grado di attirare l’interesse della propria rete sociale e delle reti sociali di ciascun contatto della propria rete sociale.

C’è bisogno di persone che sappiano dare, a chi ha voglia di comunicare attraverso i social e il web 2.0, un qualcosa di più. C’è bisogno di creare contenuti sempre meglio realizzati e pensati per una social media optimization di alto livello.

Un social copywriter come dice qualcuno, un social media manager, come dice qualcun altro. Una cosa è certa: i contenuti la faranno da padrone e saranno tanto più efficiaci quanto più saranno in grado di utilizzare i “cavalli” (la potenza) delle tecnologie e delle piattaforme a disposizione.

Testi, musica, video, immagini, geolocalizzazione il tutto in un pout pourri di linguaggi comunicativi in grado di attrarre l’attenzione e coinvolgere le persone che vedranno, leggeranno, ascolteranno, rimarranno colpiti dai nostri messaggi.

Un insieme, quindi, di linguaggi o codici di comunicazione in grado di coinvolgere.

Ma allora la tecnologia o meglio le competenze tecnologiche non avranno più importanza ? Secondo me avranno importanza e avranno un ruolo tutti quegli esperti che si metteranno a servizio, o meglio, che faranno squadra con chi lavorerà ai contenuti creando mix sempre più complessi, ma di semplice utilizzo, tra comunicazione e tecnologia.

Immaginiamo delle app particolarmete efficaci, ma anche estremamente user friendly, immaginiamo dei video dai contenuti molto ben studiati, ma anche molto ben montati, immaginiamo la stessa cosa con immagini e infografiche particolarmente accattivanti.

Il 2013 è un’occasione in più per presentarsi al mondo con “grandi” contenuti e con “grandi” contenitori in grado di vincere l’anonimato e, anche, le distanze geografiche che una volta sembravano un ostacolo allo sviluppo di nuovi e vecchi Business.

BUON 2013 !

Michele Dell’Edera

1 thought on “Ecco il 2013, l’anno dei contenuti, l’anno della social media optimization e non solo”

I commenti sono chiusi.