1 DICEMBRE, GLI APPUNTAMENTI AL FESTIVAL DELLA LETTERATURA PER RAGAZZI

Intensa giornata, domani, al Festival della Letteratura per Ragazzi di Torremaggiore, con diversi incontri con gli autori in tutte le scuole della città. Si partirà alle ore 9,00 con il laboratorio di Scrittura Creativa condotto da Fabrizio Silei presso la Scuola Media “Padre Pio”. Sempre presso la stessa scuola e sempre alle ore 9,00 l’autore Guido Sgardoli presenterà il libro A.S.S.A.S.S.I.N.A.T.I.O.N. (ed. Rizzoli).

Fabrizio Silei è nato nel 1967 a Firenze. Diplomato all´Istituto d´arte e laureato in Scienze Politiche, ha lavorato per anni come sociologo presso diversi istituti di ricerca dedicandosi soprattutto alle tematiche dell´identità e della memoria. Scrittore e illustratore, esperto di comunicazione sociale, ricercatore di storie e vicende umane, cantastorie e burattinaio, tiene laboratori di illustrazione, di scrittura autobiografica come cura di sé e di scrittura creativa. Cura mensilmente “La Pagina di Pongo e Bingo” sul quotidiano Fiorentino Metropoli. Nel 2007, con le sue particolarissime illustrazioni di carta, ha ricevuto il Premio speciale per la sperimentazione iconica e la ricerca espressiva al Premio Internazionale di Illustrazione Stepàn Zavrel. Nel 2008 ha ricevuto una mensione speciale a Lucca Junior (Lucca Comics) e alcune sue illustrazioni sono state selezionate dall´Accademia Pictor per la Fiera del libro di Torino. Sempre nel 2008 un suo albo inedito è stato premiato al Consorso Syria Poletti sulle Ali delle farfalle con il Premio per l´originalità iconica e la ricerca espressiva. Il suo ultimo romanzo uscito con l´editore Salani si intitola “Alice e i Nibelunghi” e tratta di negazionismo storico della Shoah, e di un ragazzino che diventa naziskin, nel 2008 è stato l´unico romanzo italiano finalista al Premio Unicef di letteratura per i diritti dell´uomo e del bambino.

 

Guido Sgardoli nasce nel 1965 a San Donà di Piave, in provincia di Venezia. Vive a Treviso e quando non scrive storie fa il veterinario. Oltre gli animali, ha sempre amato i libri, fin da bambino. E come capita a molti, un giorno ho voluto scrivere una storia mia. Ha collaborato per diversi anni a giornali, riviste e siti Internet dedicati ai viaggi on the road occupandosi di storia e tradizioni degli Stati Uniti. Ha pubblicato svariati racconti e ottenuto significativi risultati partecipando a diversi premi letterari. Quest’anno si è aggiudicato il “Premio Andersen”, principale riconoscimento italiano attribuito agli autori di libri per ragazzi.

A.S.S.A.S.S.I.N.A.T.I.O.N. Londra, fine Ottocento. David Pip e il suo amico Calum Traddles fuggono dall’orrido orfanotrofio in cui sono rinchiusi per svelare il mistero della scomparsa in Svizzera di Sherlock Holmes: David è convinto di essere suo figlio ed è deciso a dimostrarlo ritrovando l’elusivo genitore. In un rocambolesco, improbabile, divertente viaggio per l’Europa degno di Jules Verne, fra treni di lusso e mongolfiere, incontrano svariati personaggi sbucati da romanzi famosi: il perfido Fagin, i Tre uomini in barca con tanto di cane, Dracula, Monsieur Poirot… Un piccolo albergo sulle cascate cela il segreto della presunta morte di Holmes, e i due ragazzini avranno una parte importante nel chiarire le cose una volta per tutte.
 

Presso la scuola elementare “E. Ricci” alle ore 9,30 Silvia Roncaglia incontrerà i bambini per presentare “Trilogia dell’Orco”  (ed. Feltrinelli). Alle 10,00 alla Scuola Elementare “San Giovanni Bosco” Rosa Dattolico presenterà prima il libro “Cresta d’oro superstar” (ed Ardea) e poi “Pistacchio… un mago… troppo simpatico” (ed. Ardea) alle 11,30. 

Silvia Roncaglia è nata a Modena e vive in campagna, vicino a Maranello. Ha insegnato per anni alle scuole elementari, poi ha curato alcune riviste per bambini, come direttrice di “Leggo Leggo” e redattrice di “Scoperte Doc” della Zanfi Editori, e si è occupata per anni di promozione della lettura, realizzando interventi di animazione per scuole e biblioteche. E’ scrittrice di libri per ragazzi e di drammaturgie teatrali. E’ stata ideatrice e curatrice della collana di drammaturgie teatrali “Dietro il sipario” per la casa editrice “Città Nuova”. Ha pubblicato più di quaranta libri, alternando storie surreali e umoristiche ad altre poetiche e sognanti. Ha vinto alcuni importanti premi con “Il signore delle farfalle”, “Ma che razza di razza è?”,”Parole di latte”, “Incanti”, “Sporche storie”, “Orco qua, orco là”, “Orchi sottosopra”, “Chi ha rapito giallo canarino?, “La televisione prepotente”, “Facciamo che eravamo” e “Caro Johnny Depp” col quale nel 2006 ha vinto anche il prestigioso premio BANCARELLINO.
Il 27 Gennaio 2009 è intervistata da Fahrenheit (RAI3) in occasione dell’uscita del romanzo “Perché mai è diversa questa sera?” per Fanucci Editore

 

Trilogia degli orchi – Dopo Orco qua, orco là e Orchi sottosopra, l’ultimo divertentissimo capitolo della trilogia degli orchi, con un finale tinto di noir e di un autentico brivido di paura.
Una nuova minaccia incombe sul mondo: un ultimo orco sopravvissuto, e preannunciato da antiche profezie come l’Eletto, può col suo morso trasformare in orchi le sue vittime e ripopolare così il mondo dell’antica razza degli orchi. Questa terribile verità, che si scoprirà a poco a poco come si conviene a un libro tinto di elementi di mistero e paura, introduce un altro archetipo dell’immaginario, quello del vampiro. Ritornano i soliti personaggi a cui il lettore si è affezionato: lo psicologo Uno Pari, il grassissimo Luca Gagliardelli con l’amico Nico e la lao con i suoi agenti segreti.

 Rosa Dattolico, insegnate della scuola primaria di consolidata esperienza, è autrice di molti manuali per la scuola, di canzoncine e racconti. Oltre a tenere regolari corsi di aggiornamento, ha pubblicato laboratori, progetti anche in più volumi e libri ministeriali per diverse case editrici: Raffaello di Ancona Accidenti che estate, Edizioni Paoline di Roma e Ardea di Napoli Parole e testi, Superspeedy, L’acchiappa numeri, e molti altri. I suoi lavori nascono sempre da particolari esigenze didattiche ed obbiettivi chiaramente pedagogici: far riflettere e pensare in modo divertente.

Alle 11,15 Guido Sgardoli, presso l’I.T.C. “Tommaso Leccisotti”, presenterà “I giorni della ruota” (ed. Giunti).

“I giorni della ruota” – La vicenda si svolge per circa un secolo intorno all’istituzione dello Spedale della Pietà, un palazzo storico veneziano che nell’Ottocento ospitava orfani e bambini deposti nella ruota. Proprio in questo luogo, la piccola Rosapineta impara a conoscere e ad amare Eligio, abbandonato ancora in fasce dalla madre. Nel corso di 50 anni, i destini dei due bambini si intrecciano a quello di molti personaggi che costruiscono una storia corale secondo una tradizione letteraria che ha tra i suoi più fulgidi esempi ”Oliver Twist” di Charles Dickens. L’amore nelle sue tante forme (fraterno, passionale, sacro, universale), è il vero protagonista di questo romanzo, insieme a una Venezia storicamente ricostruita e partecipe degli stati d’animo dei protagonisti. Finalista Premio Bancarellino 2009

Alle 15,30, ancora Fabrizio Silei, presso la Scuola Media “Padre Pio” terrà il laboratorio di Scrittura Creativa. 

Per ulteriori informazioni: www.festivalletteraturatorremaggiore.it

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...